Report "La Presidenza Slovacca del Consiglio dell'Unione Europea"

Il 29 giugno 2016, presso la rappresentanza dello Stato Libero della Baviera è stata presentata l’agenda della Presidenza Slovacca del Consiglio dell'Unione Europea.In seguito è stata organizzata una tavola rotonda sul tema.

La versione completa è scaricabilequi (report disponibile solo in lingua tedesca).

 

Tags: EU Policyinvestments deSouth Tyrol

Report "PAC post 2020"

Il 29 giugno 2016, presso la rappresentanza dello Stato Libero della Baviera sono state presentate le proposte dello Stato Libero della Sassonia riguardando la politica agricola comune dopo il periodo 2014 -2020.

 

La versione completa è scaricabile qui (report disponibile solo in lingua tedesca).

Tags: EU Policyagriculture itaSouth Tyrol

Rassegna stampa 07.07.2016 dell'Ufficio di Bruxelles

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei.
É anche possibile consultare l’EU Update sul tema "La nuova agenda per le competenze per l'Europa".
 
Qui di seguito i titoli delle notizie:
 
Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update "La nuova agenda per le competenze per l'Europa"

Nell'ultimo numero dell'EU Update si parla della "Nuova agenda per le competenze per l'Europa".

Versione PDF scaricabile qui (articolo disponibile solo in lingua tedesca).

La liste degli EU Updates è disponibile qui.

Tags: EU UpdateCulture and Education itaSouth Tyrol

Newsletter von Tirol vom 06.07.2016

Tirol in Europa 23-16

Tags: Newsletter TyrolTyrol

Leggi tutto...

La Commissione e il FEI lanciano un meccanismo di garanzia per le imprese dei settori culturali e creativi

Lo scorso 30 giugno 2016 la Commissione Europea e il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) hanno varato un sistema di garanzia del valore di 121 milioni di euro destinato a generare prestiti e finanziamenti rivolti alle PMI e agli imprenditori operanti nei settori culturali e creativi.

Tags: flash news italianoCulture and Education itainvestments itTrentino

Leggi tutto...

Curia News Nr. 6/2016

Pubblichiamo l'edizione di giugno 2016 della nostra rassegna delle sentenze della Corte di Giustizia europea più interessanti per il nostro territorio.

Previdenza sociale dei lavoratori migranti
Il Regno Unito può esigere che i beneficiari degli assegni familiari e del credito d’imposta per i figli a carico dispongano di un diritto di soggiorno in tale Stato

Tags: Curia News (IT)TyrolSouth TyrolTrentino

Leggi tutto...

La Commissione adotta nuove norme sulla creazione e il funzionamento dei gruppi di esperti

Il 30 maggio 2016 la Commissione Europea ha adottato ufficialmente la Decisione che stabilisce norme orizzontali sulla creazione e il funzionamento dei gruppi di esperti della Commissione.

Tags: flash news italianoresearch and innovation itTrentino

Leggi tutto...

Referendum Brexit: Parlamento e Consiglio europeo definiscono la loro posizione dopo la vittoria del "Leave"

A seguito della vittoria del fronte del "Leave" nel referendum dello scorso 23 giugno in Gran Bretagna, nei giorni scorsi Parlamento e Consiglio europeo hanno preso atto della volontà espressa dalla popolazione del Regno Unito e hanno cominciato a tracciare la linea da seguire in vista della formalizzazione dell’uscita del Regno Unito dall'Unione.

Tags: flash news italianosingle market and SMEs_itTrentino

Leggi tutto...

Rassegna stampa 30.06.2016 dell'Ufficio di Bruxelles

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei.
É anche possibile consultare l’EU Update sul tema "Seduta plenaria straordinaria del Parlamento Europeo del 28 giugno 2016".
 
Qui di seguito i titoli delle notizie:
 
Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update "Seduta plenaria straordinaria del Parlamento Europeo del 28 giugno 2016"

Martedì 28 giugno il Parlamento europeo (PE) si è riunito in seduta plenaria straordinaria a Bruxelles. Alla seduta hanno partecipato anche i Commissari europei e il ministro olandese Jeanine Hennis-Plasschaert, in rappresentanza della Presidenza di turno dell'UE.
Il tema principale della seduta è stato il risultato del voto del referendum inglese sulla permanenza nell’Unione Europea. Un risultato così importante da portare per la prima volta ad una convocazione straordinaria della plenaria in così breve tempo.
All’ordine del giorno la votazione sulla mozione di risoluzione presentata da quattro dei gruppi politici presenti in Parlamento (EPP, S&D, ALDE e Verdi/ALE). La discussione, aperta dall’intervento del Presidente del PE Martin Schulz, ha visto gli interventi del Presidente della Commissione Jean Claude Juncker e del ministro Hennis-Plasschaert. A seguire hanno preso la parola tutti i leader dei gruppi che siedono in PE, in ordine di grandezza: Manfred Weber per il PPE- Partito Popolare Europeo, Gianni Pittella per i Socialisti e Democratici (S&D), Syed Kamall per Conservatori e Riformisti Europei (ECR), Guy Verhosftadt (ALDE – Alleanza dei Liberali e Democrati per l’Europa), Gabriele Zimmer (GUE/NGL - Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica), Philippe Lamberts (Gruppo Verde/Alleanza libera europea) e infine Nigel Farage (EFDD - Europa della Libertà e della Democrazia diretta) e Marine Le Pen (EFN – Europa delle Nazioni e della Libertà). Il dibattito è stato molto vivace e ha visto un forte contrapporsi fra gruppi europeisti e euroscettici.
La mozione è stata infine approvata con 395 voti a favore, 200 contrari e 71 astenuti.
 
Cos’è una risoluzione?
 
La risoluzione è uno degli atti che il Parlamento può adottare. Essa ha la portata di una raccomandazione, cioè un atto non vincolante. La risoluzione può essere indirizzata Al consiglio dell’Unione europea o alla Commissione.
In essa viene esplicitata la posizione del PE su un determinato settore, evento o azione e l’invito alle altre istituzioni ad agire di conseguenza.
 
Il contenuto della risoluzione approvata
 
Il testo chiede che il governo britannico attui rapidamente la procedura di recesso, attivando quindi l'articolo 50 del trattato sull'UE e consentire l'avvio dei negoziati. I parlamentari chiedono inoltre l’annullamento della Presidenza del Consiglio UE del Regno Unito, che sarebbe prevista per il secondo semestre del 2017.
Il PE annuncia anche che cambierà anche l’organizzazione interna per riflettere la volontà dei cittadini britannici di ritirarsi dall’UE.
Viene infine fatto riferimento al futuro dell’Unione e viene richiamata la necessità di riformare la stessa per renderla più democratica e"all'altezza delle aspettative dei cittadini".
 

Versione PDF scaricabile qui.

La liste degli EU Updates è disponibile qui.

Tags: EU Updateexternal relations itaSouth Tyrol

Newsletter von Tirol vom 29.06.2016

Tirol in Europa 22-16

Tags: NewsletterNewsletter TyrolTyrol

Leggi tutto...

Seminario EU-TIPS: Il Fondo europeo per gli investimenti strategici e gli strumenti finanziari per le imprese

Le attività del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) e gli strumenti finanziari della Banca Europea degli Investimenti (BEI) e di Cassa Depositi e Prestiti (CDP) per facilitare l'accesso al credito delle Piccole e medie imprese: se ne è parlato venerdì 24 giugno,

Tags: EUTIPS FINANZIAMENTI itasingle market and SMEs_itinvestments itTrentino

Leggi tutto...

Rassegna stampa 23.06.2016 dell'Ufficio di Bruxelles

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei.
É anche possibile consultare l’EU Update sul tema "EU Urban Agenda".
 
Qui di seguito i titoli delle notizie:
 
Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update "EU Urban Agenda"

Le città sono sempre più spesso riconosciute come la sede principale della crescita economica mondiale, nonché come i luoghi dell’innovazione culturale e tecnologica internazionale. Tuttavia, se le città si configurano come luoghi dal forte potenziale di sviluppo, esse sono anche luoghi in cui si concentrano elevati tassi di disoccupazione e di inquinamento e dove si manifestano con forza gravi forme di segregazione sociale e povertà. Queste due tendenze opposte hanno imposto da anni una riflessione sulla necessità di rafforzare l’attenzione riservata allo sviluppo urbano all’interno delle politiche dell’Unione e di incrementare la partecipazione del livello locale nei meccanismi di governance europea.
 
Dopo quasi 20 anni dal primo tentativo di approvare un documento che fissasse uno schema di priorità di azione per le città europee , il 30 maggio 2016, i 28 ministri responsabili per le questioni urbane degli Stati membri dell’UE hanno approvato il “Patto di Amsterdam” il quale istituisce l’Agenda urbana dell’UE e ne stabilisce i suoi principi fondamentali. L’accordo è stato fortemente voluto e promosso dalla Presidenza del Consiglio olandese che ha individuato nella questione urbana una priorità per il proprio semestre, pianificando, a partire da gennaio 2016, un programma serrato di lavori, eventi e workshop dalla vocazione fortemente partecipativa e multisettoriale.
 
Il Patto di Amsterdam, pur avendo natura esclusivamente intergovernativa, è stato firmato alla presenza della Commissione europea e di rappresentanti di altre istituzioni dell'UE e di alcune città in concomitanza con un evento dedicato ai city makers europei, nel quale è stata chiarita ulteriormente la strategia operativa per garantire che l’Agenda non abbia solo un valore simbolico.

L’istituzione dell’Agenda urbana prevede che l’UE si impegni, nei limiti delle proprie competenze, a favorire il più possibile lo sviluppo urbano sostenibile attraverso il miglioramento della regolazione europea che interessa le città; una maggiore attenzione e semplificazione dei programmi di finanziamento europei al fine di facilitare l’accesso alle città; la creazione di una piattaforma europea per lo scambio di conoscenze e per favorire l’ideazione di politiche innovative per il governo delle città in Europa.

Nonostante la varietà di fondi che di fatto vengono investiti nelle aree urbane o che finanziano programmi dedicati alle città (è il caso, per esempio, di URBACT), l’Agenda urbana non sarà connessa in maniera diretta a nessun finanziamento europeo ma prevede piuttosto lo sviluppo di 12 partenariati, uno per ciascuna delle 12 sfide urbane individuate nel corso della sua elaborazione, grazie ai quali gli Stati membri, le istituzioni dell'UE e i portatori d'interesse, come le ONG e i partner commerciali, potranno collaborare su un piano di parità all'elaborazione di soluzioni comuni per migliorare le aree urbane nell'Unione europea.

I 12 temi su cui si concentra l’Agenda urbana sono:

• la riduzione della povertà urbana;
• la creazione di un maggior numero di posti di lavoro di migliore qualità;
• l’housing;
• l’inclusione di migranti e rifugiati;
• l’uso sostenibile del suolo, la riduzione dello sprawl e l’incremento degli spazi verdi in città;
• l’economia circolare;
• l’adattamento climatico;
• la transizione energetica;
• la mobilità urbana;
• la qualità dell’aria;
• la transizione digitale e l’innovazione;
• la sostenibilità negli acquisti pubblici.
 
Attualmente sono state attivate 4 partnership pilota alle quali partecipano diversi attori pubblici e privati europei selezionati a seconda delle proprie esperienze sui temi che stanno alla base dell’Agenda. Nei prossimi mesi anche le altre partnership saranno attivate e, nonostante il numero di attori che comporranno ufficialmente quest’ultime sarà limitato, le sfide che la nuova Agenda si propone di superare richiedono e offrono spazi di azione per tutti gli attori urbani europei.
 

Versione PDF scaricabile qui.

La liste degli EU Updates è disponibile qui.

Tags: EU Updatesocial affairs itSouth Tyrol

Newsletter von Tirol vom 22.06.2016

Tirol in Europa 21-16

Tags: NewsletterNewsletter TyrolTyrol

Leggi tutto...

Terzo incontro del gruppo informale FRIENDS OF EUSALP: investimenti e crescita nella Regione alpina

Il 21 giugno 2016 si è tenuto, presso la Rappresentanza dell’Euroregione Trentino-Alto Adige - Tirolo il terzo meeting del Gruppo informale Friends of Eusalp, dedicato al Piano Juncker e alle piattaforme di investimento FEIS come mezzo per rafforzare la crescita nella Regione alpina.

Tra i relatori, l’europarlamentare Herbert Dorfmann ha sottolineato l’importanza della cooperazione transfrontaliera tra i Paesi parte della Strategia macroregionale alpina al fine di tutelare l’ambiente culturale, naturale e produttivo dei territori alpini, caratterizzati da imprese medio-piccole e da una grande rilevanza dei settori turistico, agricolo e manifatturiero.

Andrea Mairate, DG Regio, Commissione europea, ha evidenziato come la Strategia macroregionale Eusalp sia una cornice che facilita la cooperazione, ma anche gli investimenti, soprattutto in settori chiave come quello dei trasporti, dell’energia e delle competenze digitali.

  • 1d.JPG
  • 2.JPG
  • 3.JPG
  • 4.JPG
  • 5.JPG

Nikos Pantalos, DG Grow, Commissione europea, vede nella Strategia Eusalp un mezzo per costruire piattaforme attraverso cui favorire l’accesso ai finanziamenti europei delle imprese di piccole dimensioni e per creare aree industriali di specializzazione intelligente.

Luciana Tomozei, Banca Europea degli Investimenti, ha infine illustrato due casi studio francesi:

1. Fondo di investimenti nella regione di Calais per favorire l’efficientamento energetico e il passaggio al basso consumo carbonifero delle PMI
2. Assistenza tecnica e finanziaria a 40.000 proprietari di edifici per favorirne la ristrutturazione (a Parigi e nell’ Île-de-France).

Di segito è possibile scaricare le presentazioni dei relatori:

'Combining ESI Funds and EFSI. Implications for the Alpine region strategy' - Andrea Mairate, DG REGIO

'Smart Specialisation Platform on Industrial Modernisation and Investment Platforms under EFSI' - Nikos Pantalos, DG GROW

'Delivering EFSI - selected case studies' - Luciana Tomozei, EIB

 

 

Tags: event italianoEUSALP itaregional policy itinvestments itTrentino

Visita a Bruxelles della V Commissione del Consiglio della Provincia di Trento

Dal 20 al 22 giugno i Consiglieri provinciali Lucia Maestri, Chiara Avanzo, Mario Tonina, Claudio Civettini, Gianpiero Passamani, Walter Viola, Giacomo Bezzi, Giuseppe Detomas, Massimo Fasanelli e Maurizio Fugatti, membri della Quinta Commissione per l’istruzione, la ricerca, la cultura, l’informazione e gli affari generali (rapporti internazionali, con l’UE e solidarietà internazionale), partecipano ad un viaggio-studio a Bruxelles presso le Istituzioni europee.

La visita, il cui programma è stato definito in collaborazione con l'Ufficio per i rapporti con l'UE della Provincia, si inserisce nel quadro delle attività dello sportello unitario EU-TIPS ospitato dallo stesso Ufficio come stabilito dalla Legge provinciale 2/2015 sull'Europa. EU- TIPS è una piattaforma di collaborazione tra la Provincia autonoma di Trento e gli attori del proprio territorio per favorire un’ampia partecipazione del sistema trentino ad iniziative europee ed ha già visto, nel corso degli scorsi mesi, la realizzazione di diverse attività volte ad aumentare la partecipazione di attori quali le fondazioni di ricerca (FBK e FEM), l'Università e la Camera di Commercio alle iniziative dell'UE in tema di ricerca, innovazione e competitività delle piccole e medie imprese.

  • CONSIGLIER-2.jpg
  • CONSIGLIERI-1.jpg
  • DSC_4573.JPG
  • DSC_4580.JPG
  • P1060635.JPG
  • P1060637.JPG

Durante la permanenza a Bruxelles i Consiglieri della V Commissione incontrano esperti e funzionari della Commissione, del Parlamento europeo e del Comitato delle Regioni che presentano nel dettaglio il funzionamento delle diverse istituzioni europee e delle procedure legislative e non legislative. Inoltre, sono approfonditi e discussi alcuni temi particolarmente attuali nel dibattito politico europeo. Tra questi figurano la migrazione, il Piano Juncker per promuovere gli investimenti in Europa, la politica dei trasporti ed i programmi per la ricerca e l'innovazione. Il programma della visita prevede anche alcuni incontri con eurodeputati appartenenti a diversi gruppi politici del Parlamento europeo.

Il 21 giugno, a partire dalle 18:30, i Consiglieri provinciali partecipano infine al terzo meeting di Amici di Eusalp”, organizzato dalla Rappresentanza dell’Euroregione a sostegno dell'implementazione della Strategia dell'UE per la regione alpina (EUSALP). Il seminario vede la partecipazione degli eurodeputati Herbert Dorfmann e Mercedes Bresso, e come relatori Andrea Mairate e Nikos Pantalos della Commissione europea e Luciana Tomozei della Banca europea degli investimenti, che affrontano in particolare il tema delle piattaforme di investimento previste dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), come strumento per promuovere gli investimenti e la crescita della Regione alpina.

Tags: Study visits Trento italianEUTIPS MISSIONI itaTrentino

Rassegna stampa 17.06.2016 dell'Ufficio di Bruxelles

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei.
É anche possibile consultare l’EU Update sul tema "Smart Specialisation Platform".
 
Qui di seguito i titoli delle notizie:
 
Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update "Smart Specialisation Platform"

Nell'ultimo numero dell'EU Update si parla di "Smart Specialisation Platform".

Versione PDF scaricabile qui (articolo disponibile solo in lingua tedesca).

La liste degli EU Updates è disponibile qui.

Tags: EU Updateregional policy itresearch and innovation itSouth Tyrol