La Commissione europea il 13 luglio scorso ha presentato una proposta per completare la riforma del sistema europeo comune di asilo. Il tema della migrazione è nella lista delle dieci priorità del Presidente della Commissione europea Juncker e la proposta della Commissione si pone nel solco di quanto iniziato con la pubblicazione dell’Agenda europea sulla migrazione.

L’obiettivo è di istituire un sistema di asilo europeo solido, coerente e integrato, basato su una disciplina comune e armonizzata conforme alle norme di protezione internazionale della convenzione di Ginevra e agli strumenti per la tutela dei diritti fondamentali. Inoltre, è necessario che la politica in materia di asilo sia adatta a periodi di pressione migratoria normale come a quelli di pressione migratoria elevate.
Avendo chiare finalità e obiettivi la Commissione propone di sostituire le direttive esistenti in tema di asilo con regolamenti che stabiliscano una procedura comune per tutti gli Stati membri e che riducano le differenze tra gli stessi anche dal punto di vista dei diritti, degli standard e delle condizioni di accoglienza.

Dal punto di vista della procedura la proposta intende agire sui seguenti punti:
- Rendere le procedure di asilo più semplici, chiare e brevi;
- Rafforzare le garanzie per i richiedenti asilo;
- Garantire norme più severe per combattere gli abusi;
- Armonizzare le norme sui “paesi sicuri”.

In tema di standard e diritti garantiti ai richiedenti asilo. La proposta mira a:
- Far convergere maggiormente i tassi di riconoscimento e le forme di protezione;
- Inasprire le norme per punire i movimenti secondari;
- Garantire protezione solo per la durata in cui essa è necessaria;
- Incentivare maggiormente l’integrazione.

Da ultimo la proposta della Commissione vuole garantire condizioni di accoglienza dignitose e armonizzate in tutta l’Unione europea:
- Intende promuovere l’applicazione in tutti gli Stati membri di standard e indicatori sulle condizioni di accoglienza sviluppati dall’ “Ufficio europeo di sostegno per l’asilo” e con l’elaborazione e l’aggiornamento di piani di emergenza;
- Mira a far si che che i richiedenti asilo rimangano reperibili e che ne sia scoraggiata la fuga;
- Chiarisce che lo condizioni di accoglienza saranno garantite unicamente nello Stato membro responsabile;
- Concede in tempi più brevi l’accesso al mercato del lavoro;
- Fornisce maggiori garanzie comuni ai richiedenti asilo con bisogni speciali.

Proposta di regolamento per la riforma del sistema europeo comune di asilo (in inglese) 

Agenda europea sulla migrazione (in inglese)

Tags: flash news italianosocial affairs itTrentino