Il 18 marzo scorso la Commissione europea e la Banca europea degli investimenti hanno pubblicato una nota esplicativa congiunta relativa alle norme applicabili alle operazioni finanziate dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) con le piattaforme di investimento e le banche nazionali di promozione.

Il documento si inquadra nella serie di iniziative congiunte che Commissione e BEI stanno ponendo in essere affinché il cosiddetto Piano Juncker riesca a raggiungere l'obiettivo prefissato di mobilitare 315 mld di Euro aggiuntivi per investimenti che rilancino la crescita e la creazione di posti di lavoro in Europa. Tra gli obiettivi specifici della nota rientra quello di fornire, in particolare a regioni e a autorità di gestione dei fondi strutturali, gli strumenti di guidance necessari affinché esse, con il supporto del FEIS, giochino un ruolo di primo piano nel rilancio degli investimenti nei propri territori di riferimento.

Il Regolamento istituivo del FEIS attribuisce un ruolo molto rilevante alle piattaforme di investimento poiché sono individuate come lo strumento principale per permettere il raggruppamento di progetti strategici su base tematica o geografica che, per la loro dimensione ridotta, non potrebbero accedere direttamente al sistema di garanzie e finanziamento messo in piedi dal FEIS.
La nota definisce nel dettaglio cosa si intenda per piattaforme di investimento, differenziandone per lo scopo di natura geografica (nazionale, multi-nazionale, regionale, multi-regionale) o tematica (mono- o pluri-settore) e chiarendo che le piattaforme possono beneficiare del finanziamento FEIS sia avvalendosi della Finestra Infrastrutture&Innovazione sia anche della Finestra PMI (per entrambe è illustrato il processo di presentazione delle domande di finanziamento).

Nella nota vengono inoltre illustrate le tipologie/strumenti di finanziamento di cui le piattaforme possono beneficiare grazie al FEIS (prestiti, equity e quasi-equity, garanzie), nonché le forme giuridiche che le piattaforme possono assumere e la loro struttura di governance. Infine, a titolo esemplificativo, vengono riportati cinque esempi teorici di operazioni finanziate dal FEIS con piattaforme di investimento o Banche Nazionale di Promozione che, va notato, non esauriscono lo spettro delle possibili opzioni.

Norme applicabili alle operazioni con le piattaforme di investimento (teso in inglese)

Piano per gli Investimenti in Europa

Tags: flash news italianoregional policy itresearch and innovation itsingle market and SMEs_itinvestments itTrentino