In data 15 luglio 2015 si è tenuto presso il Parlamento europeo un’audizione pubblica sui programmi a supporto delle piccole e medie imprese (PMI) finanziati dall’Unione europea, promossa dalla Commissione bilanci del Parlamento. All’incontro hanno preso parte esponenti del mondo imprenditoriale, accademico e delle istituzioni europee.

Quali opportunità vengono meno al cittadino in mancanza di Europa? Questo è il presupposto da cui parte l’Unione europea nel formulare le linee di finanziamento, secondo il deputato Paul Rübig. La Commissione bilanci del Parlamento europeo avverte una grande responsabilità nei confronti di 25 milioni di PMI europee. Ancora troppo poche rispetto al potenziale del sistema economico dell’Unione. Per stimolare l’imprenditorialità sono stati attivati numerosi programmi pilota, come Erasmus per giovani imprenditori e il programma per incoraggiare l’imprenditoria femminile. Uno sforzo ulteriore deve essere compiuto per rafforzare la formazione duale con un profilo professionale che sfocia in un’attività imprenditoriale. Insegnare la mentalità imprenditoriale non è un aspetto secondario. Come attrarre nuovi giovani rimane, infatti, un punto focale sui cui insistere e lavorare.

 

Leggi il documento completo

Tags: single market and SMEs_it