La Commissione europea ha presentato il 16 febbraio 2016 un pacchetto di misure per la sicurezza energetica che fa seguito all’adozione di un nuovo accordo globale sul cambiamento climatico avvenuto a conclusione della Conferenza di Parigi (COP21) del dicembre 2015.

Il pacchetto contiene una serie di proposte necessarie per preparare l’Unione europea alla transizione energetica globale e per fronteggiare possibili interruzioni dell’approvvigionamento energetico dall'esterno dell'Unione.


Tra le misure incluse nel pacchetto, la Commissione propone una strategia specifica in materia di riscaldamento e raffreddamento. Lo scopo è quello di rendere il settore più smart, efficiente e sostenibile. Infatti, il riscaldamento e il raffreddamento in ambito edilizio e industriale sono responsabili di metà del consumo energetico annuale dell’Unione Europea, di cui il 75% è prodotto a partire da combustibili fossili. Il potenziamento della strategia nel settore - efficienza energetica, uso delle energie rinnovabili, riduzione drastica della perdita di calore nei processi industriali - è di primaria importanza e avrà un impatto significativo sulla sicurezza energetica in Europa in termini di diminuzione dei consumi e riduzione della dipendenza dall'esterno.

Link utili:

Comunicazione della Commissione europea: Una strategia europea in materia di riscaldamento e raffreddamento (in inglese)
Unione dell'Energia

Tags: flash news italianoenergy_and_environment_ITATrentino