Il Centro di conoscenza sulla migrazione e la demografia (Knowledge Centre on Migration and Demography - KCMD) della Commissione Europea è stato lanciato il 22 giugno 2016 e mira a fornire prove scientifiche indipendenti per rafforzare la risposta della Commissione e degli Stati membri alle opportunità e alle sfide legate alla migrazione, alla demografia e alle politiche correlate. Il KCMD è gestito da Centro Comune di Ricerca (Joint Research Centre - JRC) della Commissione Europea di Ispra, in Italia.

Le linee di lavoro di KCMD coprono sia gli aspetti interni che quelli esterni della migrazione, e includono la ricerca di base e il lavoro di anticipazione.

In partenariato strategico con una serie di Direzioni Generali e servizi della Commissione, il KCMD parte dalle domande politiche, mappando e dando un senso alle conoscenze esistenti, affrontando le lacune di conoscenza attraverso la propria ricerca o in partenariato con organizzazioni esterne, e facilitando l'adozione dei suoi risultati per i responsabili politici dell'UE e altri soggetti interessati.

Il lavoro del Centro è possibile soprattutto grazie ad un’ampia rete di partner internazionali, organizzazioni, centri di ricerca e reti, che offrono l’accesso ai dati da loro raccolti e a strumenti in diversi settori.

Un esempio di questo lavoro di cooperazione è dato dal Dynamic Data Hub. Questo hub dà agli utenti un accesso diretto alle serie di dati relativi alla migrazione e alla demografia. Attualmente fornisce dati su arrivi, flussi, stock, socio-economia, demografia, spostamenti internazionali, bambini nella migrazione e proiezioni della popolazione. È stato possibile riunire queste serie di dati nel Dynamic Data Hub grazie alla collaborazione con una serie di partner internazionali, in particolare Eurostat, UN DESA (United Nation Department for Economic and Social Affairs – il Dipartimento delle Nazioni Unite per gli affari economici e sociali), UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), IDMC (Internal Displacement Monitoring Center – il Centro internazionale per il monitoraggio degli spostamenti interni), Banca Mondiale e OCSE(Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico).

Il Dynamic Data Hub permette agli utenti di esaminare e visualizzare i dati attraverso un'interfaccia interattiva basata su mappe. Questo rende le tendenze e i confronti accessibili a un vasto pubblico.

Questo è solo uno degli strumenti e delle banche dati messi a disposizione sulla piattaforma online del Centro. Due altre iniziative risultano interessanti per esperti, funzionari pubblici e semplici curiosi: il catalogo dei dati e il catalogo informativo.

Il primo è un catalogo di metadati che permette a qualsiasi utente di scoprire fonti di dati rilevanti per la migrazione, la demografia e i campi correlati. Ogni fonte di dati è elencata con la sua descrizione sintetica, il link al suo sito web e altri metadati. Il catalogo include statistiche ufficiali dell'UE e internazionali, così come set di dati selezionati a livello di Stati membri dell'UE. È possibile trovare i set di dati consultando le categorie o attraverso una ricerca libera.

Il secondo è un catalogo che permette a qualsiasi utente di scoprire portali e piattaforme web, organizzazioni di stakeholder, reti e forum, nonché progetti e attività della Commissione pertinenti alle politiche dell'UE in materia di migrazione e settori correlati. Si basa su una vasta gamma di fonti di informazione esistenti.

 

Giulia firma web

 

La versione completa in PDF è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU Updateexternal relations itasocial affairs itSouth Tyrol