A novembre 2020 si aprono le candidature per diventare Capitale europea della Gioventù 2024. Ma cosa significa e come si partecipa?

La Capitale europea della Gioventù (European Youth Capital - EYC) è un titolo assegnato dal Forum Europeo della Gioventù (European Youth Forum - EYF) che ha l’obiettivo di premiare progetti locali che aumentano la partecipazione giovanile nella società civile, nel processo decisionale politico e nel mondo del lavoro, rafforzando anche l'identità europea. Dai trasporti pubblici e le infrastrutture, ai programmi culturali ed educativi e alla definizione di politiche democratiche, il titolo di EYC premia le città che ripensano le proprie politiche per includere maggiormente i giovani.

Il concorso EYC è aperto a tutte le autorità locali degli Stati membri del Consiglio d'Europa, che sono parti della Convenzione culturale europea adottata nel 1954 a Parigi.

Un'autorità locale è definita come un comune o un gruppo di comuni situati in un'area geografica comune. In tal caso una città deve essere comunque la città capofila ai fini della responsabilità e dell'assunzione di responsabilità. La città che voglia partecipare alla selezione deve presentare un progetto con le attività e gli obiettivi che si prefigge nell’eventualità sia scelta come EYC: questi possono riguardare un solo settore (ad esempio la combinazione fra la dimensione locale e quella globale per favorire il processo di trasformazione sociale – come ha fatto Cascais nel 2018) o presentare un approccio maggiormente olistico (come Amiens quest’anno che si concentra sulla creazione di un ambiente più favorevole alla progettualità giovanile e alla lotta alla disoccupazione giovanile; o come Kalaipeda nel 2021 che, facendo propria una tendenza tutta lituana, punta tutto sulle „e-solution“).

Non ci sono finanziamenti particolari da parte del Forum Europeo della Gioventù, tuttavia, lo stesso dichiara mettere a disposizione il proprio sostegno e la propria esperienza per supportare la città vincitrice nella richiesta di finanziamenti attraverso i diversi programmi come Cittadini per l'Europa, Erasmus+, Fondi di coesione dell'UE, ecc. I vantaggi che titolo EYC offre alla città sono altri e in particolare l'opportunità di mostrare le sue problematiche culturali e professionali per i giovani su scala europea. La città ottiene inoltre una maggiore pubblicità su diversi media e quindi di riflesso anche la possibilità di promuoversi come meta turistica, soprattutto verso i giovani. La città si presta anche ad ospitare durante quell’anno – ma non solo – incontri di livello europeo e internazionale legati ai giovani e alle politiche giovanili.

Per quanto riguarda l'impatto regionale, il titolo e le attività che lo seguono potenzialmente creano un forum creativo e innovativo in cui progetti e idee possono stimolare una vita culturale più forte e incoraggiare tutti i cittadini di un comune e delle zone limitrofe ad essere attivi all'interno della loro società. Un altro esempio di potenziali benefici è che essere selezionati come Capitale europea della Gioventù può facilitare che i tentativi di ottenere ulteriori finanziamenti pubblici.

Le EYC vengono selezionate un po' più di due anni prima dell'inizio dell’anno in cui possono vantare il titolo per consentire un tempo di preparazione sufficiente: per fare un esempio a novembre 2021 verrà dichiarata la città vincitrice del titolo per il 2024. Il processo di selezione inizia però prima. A novembre 2020 verrà infatti pubblicato il bando per il 2024, il primo passo per partecipare sarà quello di mandare una breve descrizione del proprio progetto (concept note) entro gennaio 2021. Fra gennaio e marzo ci sarà una consultazione online fra gli esperti individuati dall’EYF (e che solitamente rappresentano le istituzioni europee e le organizzazioni più attive nel settore) e alla fine del mese di marzo verranno pubblicate le candidature delle città che sono state selezionate per la short list. Queste dovranno inviare il fascicolo completo riguardante il loro progetto entro maggio. Fra agosto e settembre ci sarà uno scambio di raccomandazioni da parte della giuria e del successivo invio di una versione aggiornata della candidatura in base alle raccomandazioni. Infine a novembre 2021 la giuria si riunirà fisicamente e decreterà la città vincitrice.

 

Giulia firma web

La versione completa in PDF  è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateCulture and Education itaSouth Tyrol