La Piattaforma dell'Unione europea sulle perdite e lo spreco alimentari è un'iniziativa di collaborazione che mira a massimizzare il contributo di tutti gli attori agli obiettivi di riduzione delle perdite alimentari e dello spreco di cibo. L’obiettivo è sostenere la Commissione europea, gli Stati membri e tutti gli attori della catena di produzione alimentare, comprese le organizzazioni dei consumatori e altre organizzazioni non governative, nell'intraprendere azioni per prevenire le perdite alimentari e lo spreco di cibo senza compromettere la sicurezza alimentare, la sicurezza dei mangimi e la salute degli animali.

La piattaforma aiuta la Commissione a individuare e a dare priorità alle azioni da intraprendere a livello UE e sostiene tutti gli attori nell'attuare politiche innovative a livello nazionale, regionale e locale. Il suo lavoro è di natura orizzontale e trasversale, con l'obiettivo di identificare le opportunità per la prevenzione dello spreco di cibo e della produzione di rifiuti lungo tutta la catena di produzione e consumo alimentare e di facilitare la cooperazione intersettoriale.

Il lavoro della piattaforma copre diverse aree quali:

  • definizione e misurazione degli sprechi alimentari;
  • monitoraggio dei livelli di spreco alimentare e i progressi compiuti da tutti gli attori;
  • ricerca per rafforzare la base delle prove di efficacia delle soluzioni innovative;
  • attuazione e applicazione della legislazione UE in materia di rifiuti, alimenti e mangimi per garantire il massimo utilizzo delle risorse alimentari;
  • facilitazione della ridistribuzione degli alimenti;
  • ottimizzazione dell'uso di prodotti alimentari e sottoprodotti della catena alimentare nella produzione di mangimi;
  • promozione di un migliore uso e di una migliore comprensione della marcatura della data;
  • campagne di sensibilizzazione, informazione ed educazione;
  • innovazione tecnologica e sociale.

Il mandato della piattaforma, la cui scadenza era inizialmente prevista per il 31 ottobre 2019, è stato prorogato fino alla fine del 2021 per consentire a questo gruppo di esperti di proseguire il proprio lavoro e i progetti in corso per un periodo di 5 anni.

Il gruppo ha già prodotto un documento di raccomandazioni riguardanti le azioni chiave da intraprendere nelle fasie e nei settori principali della catena produttiva. In particolare queste lraccomandazioni riguardano:

  • la produzione primaria,
  • la fase di produzione,
  • la vendita al dettaglio,
  • i servizi di ospitalità e alimentare,
  • il livello di consumatori
  • le donazioni alimentari.

 

Giulia firma web

La versione completa (in lingua tedesca) in PDF  è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU Updateagriculture itahealth and consumer itaSouth Tyrol