Il progetto pilota EIC (European Innovation Council) mira a sostenere innovatori, imprenditori, piccole imprese e ricercatori di alto livello.


Il progetto pilota fornisce finanziamenti e opportunità per ricercatori, innovatori, start-up e aziende che
- sono radicalmente diversi dai prodotti, servizi o modelli di business esistenti,
- sono altamente rischiosi,
- hanno il potenziale per crescere a livello internazionale.
Il pilota EIC supporta idee provenienti da qualsiasi area tecnologica o settore di attività, comprese nuove combinazioni di tecnologie e modelli di business. Il supporto è disponibile dalla fattibilità allo sviluppo fino alle fasi di scale-up. Tale pilota mira a testare una serie di strumenti e meccanismi che troveranno più completa realizzazione nel futuro Horizon Europe 2021-2027
Per il biennio 2019-2020 di Horizon 2020 la Commissione europea ha pubblicato il 2 marzo 2020, la versione aggiornata del programma di lavoro sul progetto pilota.. Il budget stanziato è di circa 2 miliardi di euro.
Sono due i principali strumenti all’interno dell’EIC: il Pathfinder e l’Accellerator. Il Pathfinder va a supporto di ambiziosi progetti di ricerca collaborativa focalizzati su tecnologie emergenti: ha come target l’esplorazione nuovi paradigmi tecnologici in grado di creare nuovi mercati o supportare sfide sociali attraverso le nuove tecnologie. Questo comprende bandi precedentemente finanziati nell’ambito delle “Future and Emerging Technologies” (tecnologie future ed emergenti) di Horizon 2020: gli inviti a presentare proposte FET-Open e FET-Proactive. I primi mirano a individuare quelli che saranno i paradigmi tecnologici del futuro. Supportano le fasi iniziali della ricerca scientifica e tecnologica. I fattori chiave sono l’individuazione precoce di promettenti nuove aree, di sviluppi e tendenze e l’attrazione di nuovi attori ad alto potenziale di ricerca. Questi bandi combinano ambizione scientifica con concrete implicazioni tecnologiche. I secondi invece hanno come obiettivo l’identificazione di paradigmi tecnologici futuri ed emergenti con il più alto potenziale per l'economia e la società europee.
L’Accellerator, che ha preso invece il post dello Strumento per le PMI (Piccole e Medie Imprese), è dedicato ad aziende e start up a vocazione fortemente innovativa, con l’obiettivo di accelerare i loro processi di crescita sui mercati europei e globali (scaling up). In generale, l’obiettivo è quello di soddisfare i bisogni finanziari delle PMI mediante una struttura composta da tre fasi che ricalcano l’intero ciclo innovativo: dalla valutazione della fattibilità tecnico-commerciale dell’idea, passando per lo sviluppo del prototipo su scala industriale e della prima applicazione sul mercato fino ad opportunità di networking per la fase della commercializzazione.

 

La versione completa in PDF  è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: Euroflash (IT)EU Updateresearch and innovation itSouth Tyrol