Il 30 settembre scorso si è tenuto un workshop su “La modellizzazione dell’economia dell’UE come ecosistema di contratti”, ospitato dall’Ufficio per i rapporti con l’UE della Provincia autonoma di Trento.

La pluripremiata startup italo-inglese Trakti, che offre una piattaforma end-to-end in grado di supportare l’intero ciclo di vita del contratto e che ne permette la notarizzazione e l’auto esecuzione attraverso smart contracts eseguibili su diverse blockchain, ha vinto un progetto con la Commissione Europea per analizzare come applicare i contratti computabili come strumento di modellazione e monitoraggio dell’economia europea.

Lo studio ha l’obiettivo di comprendere come l’utilizzo di contratti innovativi possa fornire maggiori strumenti di analisi dell’economia europea, favorendo, in tal modo, la modellazione, la verifica e definizione di migliori politiche in grado di supportare lo sviluppo del mercato unico europeo.

Luigi Telesca, fondatore e CEO di Trakti ed Exrade, insieme a James Hazard fondatore di CommonAccord, ha presentato i risultati preliminari dello studio effettuato, lanciando una nuova iniziativa chiamata Open Trust Fabric volta a fornire uno strumento open source e collaborativo per la standardizzazione dei modelli contrattuali.

Hanno partecipato alla discussione economisti, legali, esperti contabili ed esperti del settore contrattuale provenienti dalla Banca Centrale europea, dalla Commissione europea, IACCM - The Global Contract Management Association, ARIS, SwissRe, Airbus, Microsoft, Orange, Studio Stefano Federico, Ordine dei Commercialisti di Roma e molte altre organizzazioni.

 

Tags: EU TIPS itaEUTIPS SUPPORTO itaresearch and innovation itTrentino