La Commissione europea ha nominato 22 innovatori d’eccezione provenienti dal mondo dell'imprenditoria, degli investimenti, della scienza e della tecnologia per il comitato consultivo del Consiglio europeo dell'innovazione. Grazie alla loro esperienza della comunità imprenditoriale e dell'innovazione, i membri del comitato consultivo avranno il compito di guidare la Commissione nelle decisioni strategiche e operative nell'ambito del Consiglio europeo dell'innovazione.


Il Consiglio europeo per l'innovazione (EIC – European Innovation Council) è uno sportello unico per il finanziamento dell'innovazione per trasformare la scienza in nuove imprese e accelerare lo sviluppo delle imprese. Attualmente nella sua fase pilota, l'EIC diventerà una realtà a pieno titolo a partire dal 2021 nell'ambito del prossimo programma di ricerca e innovazione dell'UE Horizon Europe, con una dotazione proposta pari a 10 miliardi di euro (l’assegnazione del budget è al momento ancora in fase di negoziazione).
Questo comitato consultivo è stato costituito da Jean-Eric Paquet, direttore generale della DG R&I (Direzione Generale Ricerca e Innovazione), e approvato da Carlos Moedas, Commissario europeo per la ricerca, la scienza e l'innovazione.
Per tutto il periodo 2019-2020, il gruppo fornirà consulenza alla Commissione sul progetto pilota EIC e fornirà orientamenti per la progettazione di un EIC a regime per il prossimo programma quadro europeo di ricerca e innovazione.
Il presidente del comitato è Mark Ferguson. È direttore generale della Science Foundation Ireland e consigliere scientifico capo del governo irlandese. È professore onorario presso la Facoltà di Scienze della Vita dell'Università di Manchester.
Carlos Moedas, Commissario UE per la ricerca, la scienza e l'innovazione ha dichiarato: "Con l'EIC colmiamo un deficit di finanziamento critico nell'ecosistema dell'innovazione e poniamo l'Europa all'avanguardia nel mercato che crea innovazione. Sono lieto che l'EIC si avvarrà della consulenza di alcuni degli innovatori e degli investitori più affermati d'Europa e che metteremo a disposizione dei gestori di programmi di talento per avviare il lavoro".
Dall'inizio della fase pilota, il Consiglio europeo dell'innovazione ha già finanziato oltre mille progetti altamente innovativi con oltre 700 milioni di euro. In questi giorni la Commissione sta selezionando altri progetti che riceveranno un sostegno finanziario: 149 milioni di euro per 83 PMI (piccole e medie imprese) e start-up nell'ambito delle sovvenzioni chiamate “EIC Accellerator” e 164 milioni di euro per 53 progetti nell'ambito delle sovvenzioni "EIC Pathfinder". Le prime supportano piccole e medie imprese innovative ad alto rischio e ad alto potenziale, disposte a sviluppare e commercializzare nuovi prodotti, servizi e modelli commerciali che potrebbero stimolare la crescita economica e plasmare nuovi mercati o perturbare quelli esistenti in Europa e nel mondo. Lo schema fornisce sostegno sotto forma di sovvenzioni e di finanziamenti misti (che combinano sovvenzioni e equity).
Le seconde invece offrono sovvenzioni fino a 4 milioni di euro per promuovere la ricerca e l'innovazione collaborative e interdisciplinari su tecnologie future radicalmente nuove e ispirate alla scienza. Queste sovvenzioni sono destinate a consorzi composti da almeno 3 entità di 3 diversi Stati membri e paesi associati.

 

La versione completa in PDF è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU Updateresearch and innovation itsingle market and SMEs_itSouth Tyrol