Si è conclusa nei giorni scorsi la visita studio degli iscritti al Master Euregio in Pubblica Amministrazione (EMEPA) presso la Rappresentanza comune della regione europea Tirolo-Alto Adige-Trentino a Bruxelles. La visita si inseriva all’interno del ricco programma del corso biennale post-laurea per amministratori pubblici realizzato con la stretta collaborazione delle Università di Bolzano, Trento ed Innsbruck.

L’Euregio Master in Public Administration è un corso di studio biennale per laureati che già operano nell’ambito della pubblica amministrazione in una delle tre Regioni che compongono l’Euregio. La formazione comune ha lo scopo di favorire lo sviluppo di un’amministrazione pubblica di livello europeo all’interno dei tre territori, dando particolare importanza alle tematiche di carattere interculturale, comunitario ed al plurilinguismo. Alla prima edizione del corso sono stati ammessi 36 dipendenti pubblici che sono tenuti ad acquisire 60 crediti nell’arco di due anni.

L’appuntamento a Bruxelles è stato ideato per la sessione del percorso formativo che approfondisce la dimensione europea: i principali temi trattati nel corso delle tre giornate sono stati il futuro della Politica di coesione, la politica europea in materia di ricerca e innovazione e le elezioni europee di maggio 2019.

I partecipanti hanno potuto analizzare più da vicino le politiche e il ruolo delle diverse istituzioni dell’Unione europea, anche attraverso le visite alle sedi di Consiglio europeo, Parlamento europeo e Commissione europea. Non solo, essi hanno potuto confrontarsi con funzionari esperti delle tre istituzioni ed hanno avuto l’occasione d’incontrare il deputato altoatesino al Parlamento europeo, Herbert Dorfmann. Inoltre, la delegazione ha visitato il Comitato europeo delle regioni ed ha approfondito il suo rapporto con il Gruppo europeo di cooperazione territoriale (GECT).

Nell’ambito di quest’esperienza formativa si è approfondito il ruolo degli uffici di collegamento e il modo in cui essi strutturano le relazioni all’interno dei network presenti a Bruxelles e come svolgano attività di lobbying.
L’esperienza belga è stata un importante momento di condivisione e confronto per gli iscritti delle tre regioni.

Nicola Simonetti

 

La versione completa in PDF è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateSouth Tyrol