Avviata nel 2001 come rete informale, ERRIN (European Regions Research and Innovation Network) è una piattaforma consolidata con sede a Bruxelles, composta da oltre 130 organizzazioni regionali di 24 paesi europei, la maggior parte delle quali sono rappresentate dai loro uffici di Bruxelles. I membri sono principalmente autorità regionali, università, organizzazioni di ricerca, camere di commercio e cluster. Da oltre 10 anni anche la Provincia A

utonoma di Bolzano  - Alto Adige è membro della rete.

ERRIN sostiene la collaborazione regionale e lo sviluppo di progetti fornendo opportunità di networking per i membri per condividere idee progettuali, migliori pratiche e contatti personali. Inoltre, sul sito web è disponibile tutto l'anno uno strumento di ricerca di partner per la creazione di consorzi. Infine, la rete stessa è coinvolta in progetti finanziati dall'UE.

L'obiettivo di ERRIN è quello di portare una prospettiva "bottom up" per politica europea di ricerca e innovazione e i programmi di finanziamento, promuovendo l'approccio regionale all'innovazione e alla smart specialization. Per fare questo si avvale di gruppi di lavoro (13 in tutto) focalizzati su diversi ambiti. I gruppi di lavoro sono guidati dai membri e stabiliscono al proprio interno le priorità, le attività e gli obiettivi da perseguire.

A partire da marzo 2019 l'Ufficio di Bruxelles è diventato co-leader del gruppo di lavoro "Design & Creativity". La volontà di partecipare con maggiori responsabilità al gruppo di lavoro deriva dalla rinnovata attenzione al settore delle industrie creative del nostro territorio. Questo è stato infatti inserito nella S3 - Smart Specialisation Strategy (Strategia per la Specializzazione Intelligente) della nostra Provincia nel 2014 e ha ottenuto un ulteriore riconoscimento della suam importanza con la nascita nel gennaio 2018 dell'Ecosystem Film & Creative Industries di IDM. Proprio ad un evento organizzato dall'ecosistema erano stati elencati alcuni dati relativi alle industrie creative sul nostro territorio: "«Il Trentino Alto Adige è la seconda regione in Italia per crescita della ricaduta economico-occupazionale delle industrie culturali e creative: negli ultimi 5 anni ha registrato un +7,2 % rispetto allo +0,8% in tutt’Italia. In particolare in Alto Adige i comparti che raggiungono le performance di crescita migliori sono design (+26,7%) videogiochi e software per l’intrattenimento (+39,7%), ma spiccano anche cinema, radio e tv (+16,1%) e architettura (+12,9%)». (Fonte)

L'obiettivo del gruppo di lavoro è quello di aumentare la consapevolezza del potenziale del de

industrie creative alto adige

Fonte

L'obiettivo del gruppo di lavoro è quello di aumentare la consapevolezza del potenziale del design nelle politiche europee e regionali, di sviluppare collegamenti con altre reti esistenti legate al design e di facilitare lo sviluppo di progetti in queste aree. Inoltre, vuole stimolare la cooperazione tra le diverse DG della Commissione europea e del Parlamento europeo.
Accanto agli incontri con funzionari delle istituzioni e rappresentanti di altre reti europee, il gruppo di lavoro organizza incontri e eventi aperti al pubblico. Il più importante è l'EU Design Day, una giornata di confronto e scambio di buone pratiche fra diversi attori europei. L'edizione del 2018 era focalizzata su design e digitalizzazione. L'Alto Adige ha contribuito ad organizzare l'evento e l'ha ospitato presso la sede della Rappresentanza comune della Regione europea Tirolo -Alto Adige - Trentino. All'evento ha inoltre partecipato Secil Yugur, una ricercatrice della Facoltà di Arti e Design della Libera Università di Bolzano, che ha presentato un proprio progetto.

 

Giulia Chiarel

Tags: Euroflash (IT)Culture and Education itaresearch and innovation itSouth Tyrol