Il 2018 è l‘anno dedicato al patrimonio culturale europeo.
Fra le molte iniziative lanciate dallle istituzioni europee, vi è anche una mappatura dei fondi dedicati proprio a questo settore.
Accanto al programma di finanziamento dedicato (Creative Europe) sono infatti molte le opportunità per questo settore.


A partire Erasmus +, che mette a disposizione fondi per la formazione del personale scolastico ma apre anche alla cooperazione con parter non accademici, attivi ad esempio nel settore culturale.
Particolarmente interessanti sono poi le possibilità offerte dalle „Alleanze per la conoscenza“, che prevedono partnenariati misti fra istituzioni formative e partner commerciali.
Ampio spazio è dedicato alla digitalizzazione del patromonio culturale, ad esempio con la piattaforma „Europeana“. La piattaforma digitale è stata istituita nel 2008 e oggi fornisce accesso a oltre 54 milioni di elementi (tra cui immagini, testi, audio, video e materiale 3D) dalle collezioni di oltre 3.700 biblioteche, archivi, musei, gallerie e raccolte audiovisive da tutta Europa. Essa viene finanziata all‘interno del Connecting Europe Facility (Meccanismo per collegare l‘Europa) come infrastruttura digitale di servizio che rende la cultura ampiamente accessibile e fornisce dati,
tecnologia, strumenti e servizi al settore del patrimonio culturale europeo e alla industrie creative.
Horizon 2020, il programma quadro dell'UE per la ricerca e l'innovazione, prevede attività e opportunità legate all'informazione e alle tecnologie per il patrimonio culturale nell'ambito della Sfida sociale 6 "Europe in a Changing World: Inclusive, Innovative and Reflective Societies (Europa in un mondo in cambiamento: società inclusive, innovative e riflessive)", in particolare nelle aree di modellazione 3D avanzata per l'accesso e la comprensione delle risorse culturali europee, degli ecosistemi d'innovazione dei beni culturali digitali, dei musei virtuali e delle piattaforme sociali incentrate sul patrimonio digitale europeo.
Sempre nel pilastro della Sfide sociali, la Sfida 5 "Climate action, environment, resource
efficiency and raw materials (Azione per clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime)" l‘obiettivo è individuare soluzioni per il patrimonio tangibile, considerato come una risorsa fondamentale per migliorare gli ambienti urbani e rurali e affrontare l‘impatto del cambiamento climatico. Particolare enfasi è posta sulla ricerca multidisciplinare e l‘innovazione per la valorizzazione e il riutilizzo del patrimonio culturale attraverso metodologie, prodotti e servizi innovativi.
La Commissione sostiene inoltre progetti che promuovono prodotti turistici tematici sostenibili, che hanno il potenziale per contribuire alla crescita del turismo sostenibile (collegati, ad esempio, a percorsi culturali che attraversano diversi paesi su differenti argomenti, piste ciclabili, prodotti di ecoturismo, turismo storico-religioso, capitalizzazione del patrimonio culturale marittimo e sub-acquatico, del patrimonio industriale, ecc.). Il programma di finanziamento di riferimento in questo caso è COSME, il programma per la competitività delle piccole e medie imprese.

Tags: EU FundingCulture and Education itaSouth Tyrol