Pubblichiamo l'edizione di ottobre 2015 della nostra rassegna delle sentenze della Corte di Giustizia europea più interessanti per il nostro territorio.

In questo numero in particolare sono riguardano le tematiche: spazio di libertà, sicurezza e giustizia, ravvicinamento delle legislazioni, appalti pubblici e fiscalità.

 

Qui una breve panoramica delle massime delle sentenze segnalate:

  • Sentenza della Corte nella causa C-290/14, Skerdjan Celaj:

"La direttiva «rimpatri» non osta, in linea di principio, alla normativa di uno Stato membro che commina una pena detentiva ad un cittadino di un paese terzo che entri irregolarmente nel suo territorio trasgredendo un precedente divieto d’ingresso."

  • Sentenza nella causa C-362/14, Maximilian Schrems/Data Protection Commissioner:

"Corte dichiara invalida la decisione della Commissione che attesta che gli Stati Uniti garantiscono un adeguato livello di protezione dei dati personali trasferiti."

  • Sentenza nella causa C-552/13, Grupo Hospitalario Quirón SA/Departamento de Sanidad del Gobierno Vasco:

"Un bando di gara che prevede un requisito di ubicazione geografica è contrario al diritto dell'Unione"

  • Sentenza nella causa C-264/14 Skatteverket / David Hedqvist:

"Il cambio di valuta tradizionale contro unità della valuta virtuale «bitcoin» è esente da IVA."

 

La versione completa è scaricabile qui.

Tags: Curia News (IT)South TyrolTrentino